CHI SIAMO

Il Gruppo Martin Buber-Ebrei per la pace, costituitosi a Roma nel 1988, si è voluto riferire nel nome al filosofo ebreo d’origine viennese, emigrato in Palestina nel 1938 dove insegnò all’Università ebraica di Gerusalemme, per la sua attenzione al dialogo, all’incontro con “l’altro” come caratterizzante delle relazioni umane. Sul piano politico questo si tradusse nell’invocare con acuta preveggenza la necessità del dialogo e della conciliazione fra ebrei e arabi in Israele e Palestina. Il riconoscimento reciproco dei diritti del popolo israeliano e di quello palestinese alla propria esistenza nazionale e la ricerca di una soluzione negoziata del conflitto basata sul principio di “due popoli-due stati” sono quindi i principi alla base dell’attività del Gruppo.

 

Leggi la lettera, pubblicata su Haaretz, al primo ministro israeliano Ariel Sharon sulla sua decisione di ritirarsi dalla Striscia di Gaza

Appuntamenti: 9 novembre, ore 17,30 al Goethe Institut, Via Savoia 15, sarà presentato il libro di Amos Elon, Requiem tedesco - Storia degli Ebrei in Germania, Mondadori.

23 ottobre: Sukkat-Shalom

Petizione: Due stati per due popoli

Dichiarazione degli Ebrei della Diaspora in sostegno della pace fra Israele e Palestina

Vedi la Dichiarazione pubblicata sul quotidiano israeliano Haaretz il 9 luglio 2004.
La Dichiarazione, firmata da circa 700 individui e 18 organizzazioni, è stata pubblicata anche sul quotidiano Ma’ariv. Il file con l’immagine di Ma’ariv sarà disponibile fra breve insieme all’elenco completo dei firmatari.


... vedi gli altri link

     
 
 

Home | Chi siamo | Contattaci | Appuntamenti | Iniziative | Documenti | Articoli | Link | English

copyright © Gruppo Martin Buber
I documenti contenuti in questo sito sono protetti.
L'uso è concesso a condizione che se ne citi la proprietà intellettuale e la fonte.